12 C
Naples
Dicembre 6, 2019
Netflix Recensioni Serie tv

 

Di Valerio Sembianza 

Van Helsing  ritorna e riprende senza problemi dove finisce la seconda stagione.

Vanessa si sveglia per trovarsi faccia a faccia con l’anziano inviato da Scarlett, e una nuova razza di vampiri vaga per la campagna.

C’è molto da fare qui, ma Neil LaBute gestisce abilmente tutte le parti del plot in movimento, rendendo facile per gli spettatori scivolare comodamente nella terza parte di questo mondo in rapida evoluzione.

Che si tratti di un flashback o di un ricordo d’infanzia, la sbirciatina nel 1986 offre un’altra visione della vita di Vanessa e dei problemi dell’abbandono che alimentano il suo attuale desiderio di operare come un lupo solitario.

Che Scarlett sia stata scelta dagli Harker invece di lei non sembra aver influenzato negativamente il rapporto tra le sorelle.

Mentre gli archi narrativi di Van Helsing continuano a evolversi, l’appello di Abigail che le sue figlie pongono fine alla minaccia che l’Oscuro rappresenta per l’umanità diventa il fulcro della storia.

Con il loro team praticamente intatto e apparentemente immune da ulteriori infezioni, Vanessa e Scarlett hanno ora una missione chiara su cui agire.

Rintracciare tutti gli Anziani e distruggere il totem che ognuno di loro possiede.

L’approccio non sentimentale alla sopravvivenza di Vanessa raggiunge un nuovo livello, e anche se lo scetticismo che circonda la dichiarazione dell’anziano secondo cui “ho fatto ciò che ero destinato a fare” può essere visto solo come prudente, sembra aver perso ancora di più la sua umanità.

È sempre stata un po’fredda e clinica, e dopo essere passata da un camice bianco all’abito militare nero, è chiaro che è scesa ulteriormente in questo regno oscuro.

Anche dopo che l’anziano ha iniziato la fusione mentale con Scarlett, lei è ancora resistente all’aiuto che offre.

La sceneggiatura di LaBute crea abilmente il tanto atteso ritorno a casa quando Axel (Jonathan Scarfe), Doc (Rukiya Bernard) e Julius (Aleks Paunovic) rimangono rintanati, nascondendosi dagli elicotteri del Dr. Harrison che continuano a pattugliare la zona alla ricerca di Scarlett.

Anche se potrebbe non essere la scena più cruciale dell’episodio, l’arrivo di Scarlett e Axel a Crooked Falls porta la situazione a una svolta.

Si dà ai personaggi la possibilità di ristabilirsi e di mettere, in alcuni casi, il loro passato di vampiri alle spalle.

Vederli qui in pieno controllo delle loro facoltà non solo cambia la dinamica della squadra ma apre nuove opportunità per la storia.

Gli elicotteri neri finalmente atterrano e Harrison (John Reardon) rende dolorosamente chiaro che vuole Rossella e non si fermerà davanti a nulla per raggiungere quest’obiettivo.

Inarrestabilmente una delle migliori sequenze d’azione della serie, Scarlett prende il sopravvento e prende una decisione che definirà per sempre lei e la missione che lei e gli altri hanno intrapreso.

Tuttavia, questo è solo l’inizio della nuova stagione e alcuni affascinanti mini-archi narrativi galleggiano alla periferia in attesa di reintegrarsi nel quadro generale.

E anche se sembra che non ci sia un fine realistico in vista per l’equipaggio di Van Helsing, se c’è una cosa che questa serie ci ha insegnato negli ultimi due anni è che in qualche modo tutto avrà senso nel tempo.

 

 

 

 

 

Related posts

The Mule – Il Corriere

giubors

Rimetti a noi i Nostri Debiti

giubors

Hill House (The Haunting of Hill House)

giubors

Leave a Comment