27.2 C
Napoli
Agosto 2, 2021
Film Netflix News

Bridgerton La serie tv Targata Netflix

La nuova serie televisiva di Netflix Bridgerton è visivamente deliziosa e avvincente dal punto di vista narrativo, con personaggi di cui è facile innamorarsi, splendide interpretazioni e un’estetica brillante e colorata.

Prodotto da Shonda Rhimes e creato da Chris Van Dusen, lo spettacolo è un adattamento della prima serie di libri di Julia Quinn.

Segue una famiglia dell’alta società londinese all’inizio del 1800, un ambiente che gli amanti del lavoro di Jane Austen conosceranno bene.

La ricca famiglia Bridgerton è composta da otto “figli perfettamente belli e figlie perfettamente belle”, che sono nominati in ordine alfabetico.

Lo spettacolo si apre con la figlia maggiore Daphne (Phoebe Dveynor) che viene presentata alla regina come debuttante.

Daphne vuole trovare un amore come quello dei suoi genitori; è bella, gentile, spiritosa e simpatica e una cosa che distingue all’interno dello spettacolo è che non si vergogna di voler intraprendere il percorso tradizionale di moglie e madre.

Ma i suoi corteggiatori diminuiscono presto grazie al protettivo fratello maggiore Anthony (Jonathan Bailey), che si assume le responsabilità di capo della famiglia dopo la morte del padre.

Sebbene Anthony e Daphne siano più spesso al centro della trama, non sono gli unici personaggi da amare in Bridgerton.

La sorella minore Eloise (Claudia Jessie) è sicuramente una delle preferite dagli spettatori con la sua determinazione a fare di più nella vita che essere una debuttante e la sua dedizione alla migliore amica, Penelope Featherington (Nicola Coughlan).

Si pone spesso in contrasto alla sorella Daphne senza che nessuna delle due sia mai sminuita come personaggio.

Ci sono molti altri adorabili personaggi, ma questa società è governata soprattutto e tutti da due donne: la Regina Carlotta e Lady Whistledown.

Mentre Carlotta potrebbe essere la vera monarca, che cerca di divertirsi mentre affronta anche il deterioramento della salute del marito, sono i gossip di Lady Whistledown che sembrano avere la maggiore influenza sulla storia.

Parte del divertimento della serie sarà cercare di indovinare la vera identità di Lady Whistledown.

Come ogni buon dramma del periodo Regency, Bridgerton conosce il potere di un tocco persistente tra le mani guantate, ma è anche generoso nel fornire agli spettatori molte scene bollenti.

C’è un momento di discutibile consenso nella serie, ma per il resto è meglio di molti spettacoli del suo genere.

Sembra che ci si sforzi di garantire che le scene siano equilibrate nello sguardo maschile e femminile, con tanta (o più) nudità maschile quante sono le nudità femminili. 

Una cosa un po’confusa dello spettacolo è come tratta la razza. 

A un certo punto Lady Danbury dice a Simon: “Eravamo due società separate, divise per colore fino a quando un re si è innamorato di uno di noi”.

Se Bridgerton sta davvero cercando di presentare una storia alternativa in cui l’alta società è stata integrata nell’era della reggenza, non fa un ottimo lavoro nel fare i conti con la razza e il pregiudizio.

Il design dello spettacolo non è perfettamente accurato dal punto di vista storico ma fa un lavoro ammirevole nel replicare le silhouette del periodo.

Inoltre, i colori vivaci e i tessuti sontuosi creano una grande esperienza visiva.

Un punto culminante dello spettacolo è il suo uso strumentale di canzoni pop, un ottimo modo per fondere lo spettatore moderno e l’ambientazione d’epoca.

I confronti saranno fatti con Downton Abbey e Gossip Girl, ma Bridgerton è qualcosa di chiaramente unico.

È una serie drammatica d’epoca che rimane abbastanza leggera e di livello superficiale, ma ha anche qualcosa da insegnare agli spettatori moderni sull’importanza di trovare il proprio percorso e il valore della comunicazione in una relazione.

Con solo otto episodi, è facile attraversare l’intero spettacolo anche se non sei una persona normalmente incline ad abbuffarsi.

Il finale si pone soddisfacente, ma lascia anche molto da esplorare in una seconda stagione.

Guardare Bridgerton è il modo perfetto per iniziare il 2021 e fuggire in un mondo di scandali non politici e feste in giardino.

Valerio Sembianza

Eccovi il trailer

 

 

 

 

 

 

Related posts

Star Wars Episodio 9, svelato il titolo ed ecco il Trailer ufficiale

giubors

HELLBOY di Neil Marshall Dall’11 aprile al cinema

giubors

CINEMA: IL SECONDO LOCKDOWN

giubors

Leave a Comment