32.2 C
Naples
Luglio 23, 2019
Serie tv

Britannia

Di Valerio Sembianza

Britannia è una serie televisiva statunitense e britannica co-prodotta da Amazon e Sky, ha debuttato il 18 gennaio 2018 negli Stati Uniti su Amazon Video, mentre in Italia la serie è andata in onda sul canale satellitare Sky Atlantic dal 22 gennaio 2018.

Nel marzo 2018, è stato annunciato che Sky Atlantic ha rinnovato la serie per una seconda stagione.

Ambientato nel 43 d.C., decenni dopo il tentativo fallito di Caesar di conquistare la Gran Bretagna, l’esercito romano ritorna sotto il comando di Aulo Plazio (David Morrissey).

L’unico problema è che la Britannia è controllata dalle fazioni in guerra dei Cantiaci, governati da Re Pellenor e dai Regnensi, governati dalla zelante Regina Antedia che risiedono anche sotto il magico regno dei Druidi, che hanno un legame con gli inferi e che trasmettono loro i capricci degli Dei.

Dopo aver saccheggiato e bruciato il primo villaggio che incontrano, i Romani si accampano e si scontrano con tutte e tre le fazioni, Plauzio progetta di negoziare per fare in modo di mettere tutti gli uni contro gli altri ancora più di quanto non lo siano già per creare il caos e favorire il suo piano di invasione.

La prima co-produzione tra Sky e Amazon non è sicuramente come il Trono di Spade ed è più che estrosa quando si tratta di accuratezza storica.

Se si sta cercando l’accuratezza storica, cambiate programma, a Britannia non interessa il realismo. Questa è una rappresentazione mitica dell’antica Britannia, una “terra maledetta” di demoni, diavoli, streghe e cannibali.

Sembra che Morrissey si stia divertendo moltissimo, ma l’intera produzione sembra calpestare l’acqua, incerta sul genere cui vuole appartenere.

E’ sicuramente sontuosa e la maggior parte della recitazione è piuttosto buona, anche se gli eccessi si riscontrano dappertutto, ma semplicemente perde la sua strada quando cerca di trovare un livello su cui adagiarsi comodamente.

L’intera produzione sarebbe molto più forte e convincente se decidesse di essere una commedia a tutto campo o rendendosi un gran dramma storico che ci mostra davvero la sporcizia e l’orrore della Gran Bretagna del I secolo.

Gli ultimi due episodi ci danno davvero un’idea dell’occasione mancata per realizzare uno spettacolo potenzialmente leggendario che sarebbe rimasto a lungo nella memoria.

Ovviamente impostato per una seconda stagione, si può solo sperare che restringa lo spettro dei generi e marci verso un futuro più strutturato.

Britannia non porta personaggi realistici e complessi in un ambiente fantasy, ma se brami spade, stregoneria e pagani mendaci, la Britannia offre divertimento a profusione.

 

Related posts

The Man in the High Caste

giubors

The Innocents – su Netflix

giubors

Titans

giubors

Leave a Comment