Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Hill House (The Haunting of Hill House)

<
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

 

Di Valerio Sembianza

Hill House (The Haunting of Hill House) è una serie televisiva statunitense di genere paranormale creata e diretta da Mike Flanagan.

La serie è basata sul romanzo del 1959 L’incubo di Hill House di Shirley Jackson e viene pubblicata oggi a livello internazionale su Netflix.

Le storie sulle case stregate sono, per loro stessa natura, autosufficienti, quindi è particolarmente impressionante come The Haunting Of Hill House,il più recente di una serie di collaborazioni tra Netflix e il regista Mike Flanagan, riesca a essere allo stesso tempo esteso e terrificante.

Flanagan e gli scrittori dello show si preoccupano di includere almeno una sequenza horror in ogni episodio di questa serie in dieci puntate, che va da ossessivamente sottile a intensamente nauseante.

Sono tutti elegantemente eseguiti, tuttavia, e abbastanza potenti da indugiare in quello spazio fluttuante tra veglia e sonno per notti e notti.

Ma il carattere più sconvolgente di Hill House non risiede nella paura ma nella devastante tristezza che permane a lungo dopo che i fantasmi si ritirano nell’oscurità.

Temi di traumi generazionali, malattie mentali ereditarie e il senso di colpa e la paura che li accompagnano sono diventati popolari nell’orrore sullo schermo e The Haunting Of Hill House ne è la rappresentazione più commovente.

Hill House mette il suo respiro verso fini encomiabilmente romanzeschi, adottando un approccio contemporaneo basato sui personaggi che trasporta dal romanzo originale di Shirley Jackson, non perdendo mai lo spirito del libro.

Dopo un primo episodio che introduce la premessa, i protagonisti principali e le loro relazioni reciproche, The Haunting Of Hill House dedica il resto del suo  tempo a episodi della vita dei membri della famiglia Crain, le cui esperienze crescono nella casa infestata più famosa d’America.

Questi ritratti tematicamente ricchi saltano nel tempo e nello spazio, giustapponendo il sovrannaturale degli eventi dell’estate in cui i Crain hanno vissuto a Hill House con le scosse emotive e le conseguenza che quegli eventi hanno portato.

Il figlio maggiore, Steven Crain razionalizza le esperienze paranormali della sua famiglia come manifestazioni della malattia mentale; per ironia della sorte, è anche l’unico membro della famiglia a parlare pubblicamente di Hill House, in un libro che causa molte inconprensioni tra lui e la sorella maggiore Shirley.

Nel frattempo, anche se Theo, la figlia testarda e indipendente, ha incanalato il suo trauma in una carriera da psicologa infantile, i suoi comportamenti tradiscono un profondo tumulto interiore.

La verità sarà esposta nella seconda metà della stagione, come le linee tra passato e presente, vita e morte, sogni e realtà sfocati.

La vera meraviglia di The Haunting Of Hill House è nella sua esecuzione. Tracciare fili che inizialmente sembrano non andare da nessuna parte, o sembrare ovvi, in realtà hanno strati complicati che rivelano le dinamiche familiari connesse sotto l’accresciuto orrore della serie.

Potrebbe essere solo una questione di gusti, comunque.

Ad alcune persone piace l’eccesso barocco; basta guardare all’interno di Hill House.

 

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.