Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Nightflyers

Photo By: Jonatan Hassion Sy(fy

 

Di Valerio Sembianza

Nightflyers è una serie televisiva fantascientifica statunitense, trasmessa dal 2 dicembre 2018 sul canale Syfy e basata sulle novelle omonime di George R.R. Martin.
In Italia è stata distribuita su Netflix dal 1° febbraio 2019.

Nello spazio, nessuno può sentirti morire, a parte un telepate.
Ma portarne uno insieme non è una grande idea, almeno non secondo Nightflyers, la nuovissima serie basata sul romanzo di inizio carriera di George RR Martin.
Il risultato è una saga solida che prende il marchio di Martin del realismo nichilistico e lo applica al mondo della fantascienza.
Sfortunatamente, le valutazioni per la prima stagione della serie suggeriscono che lo scrittore de “Il trono di spade” non sempre fa centro perfetto.
The Hollywood Reporter sostiene che questo sia lo spettacolo più costoso che il canale SyFy abbia mai fatto fino ad oggi, ed è stato così costoso che il canale ha portato Netflix come suo partner.
Questo ha ovviamente significato poter disporre di un budget più elevato per poter rivaleggiare con le altre serie di fantascienza ben più famose.
Nightflyers è esemplificativo dell’intera opera di Martin: sovverte i classici stereotipi (in questo caso di fantascienza) sostituendo l’idealismo con un misantropo pessimismo.
La missione del team Nightflyer è quella di intercettare una razza aliena per capire se sia possibile uno scambio di tecnologia.
Ma questi alieni, chiamati Volcryn, hanno ignorato le suppliche della Terra per anni, e quando la nave Nightflyer si prepara a incontrarli, la prima cosa che fanno è cambiare rotta, negandosi.
Ma la reazione ostile da parte degli extraterrestri è solo una delle preoccupazioni dell’equipaggio.
Una molto più grande è che la nave sarà distrutta molto prima di raggiungere gli alieni, da una serie di eventi (guasti di attrezzature, assalti, omicidi) che iniziano quasi immediatamente dopo la partenza.
Gran parte dell’equipaggio sospetta che il problema sia collegato alla presenza di Thale, un telepate potente ma instabile il cui compito è comunicare con gli alieni.
Ma altri potenziali colpevoli abbondano attraverso le personalità borderline presenti a bordo.
Il che ci porta a ciò che affascina in Nightflyers, una narrazione non lineare, saltata avanti e indietro nella cronologia degli eventi e capace comunque di mantenere la giusta tensione del dramma.
Poiché nel vuoto dello spazio, ci sono pochi vincitori ma molta morte.

Leave a Comment

Your email address will not be published.