12.4 C
Naples
Novembre 15, 2019
Musica

Rubrica “L’artista della domenica” – Fred Bongusto

Per l’esordio della rubrica “L’artista della domenica” reputo doveroso rendere omaggio ad un grandissimo della musica italiana e non solo: Fred Bongusto

Il celebre cantante molisano, nato nel 1935, divenne popolare negli anni sessanta grazie alla sua voce, calda e sensuale, che lo rese noto come cantante confidenziale (i cantanti confidenziali sono quel gruppo di cantanti come Bongusto, Dorelli, Arigliano ed altri contrapposti alla categoria degli urlatori della quale facevano parte Celentano, Little Tony ed altri).

Nato a Campobasso si fa notare precocemente per le sue doti artistiche e vocali che lo portano, dopo una breve parentesi in un gruppo locale, ad intraprendere la carriera solista. In questa veste Bongusto ottiene i più grandi successi e riconoscimenti della sua carriera: a rivelarlo al grande pubblico è la canzone “Doce Doce” scritta da lui stesso all’età di diciotto anni.

Tra i brani più celebri della sua grande carriera è annoverato “Una rotonda sul mare”, canzone che appassiona, ancora oggi, numerose persone fungendo da colonna sonora di coppie di fidanzati. Il brano fu pubblicato, nel 1964, per la prima volta sul vinile a 45 giri “Una rotonda sul mare/Chi ci sarà dopo di te. Dagli addetti ai lavori è considerata la “canzone firma” di Fred Bongusto e fa parte della colonna sonora del film “Vaghe stelle dell’Orsa” dell’immenso Luchino Visconti

Una rotonda sul mare

il nostro disco che suona

vedo gli amici ballare

ma tu non sei qui con me

Tra gli altri suoi brani più noti vi sono Malaga, Spaghetti a Detroit, Amore fermati, Doce doce, Frida, Tre settimane da raccontare, La mia estate con te, Lunedì e Prima c’eri tu che vinse nel 1966 Un disco per l’estate.

Nel 1973 si è avventurato anche nel mondo soul e rhythm&blues, interpretando il brano di Stevie Wonder Superstition adottando lo pseudonimo di Fred Goodtaste, traduzione letterale del proprio nome. Ha avuto proficui contatti con il Sudamerica, in particolare il Brasile, stringendo un intenso rapporto con artisti del calibro di Toquinho e Vinicius de Moraes, sancendo così un legame artistico e affettivo con la musica brasiliana che porterà sempre con se.

Per quanto riguarda gli aneddoti nel 1979 la famiglia Bongusto ha subito un fatto di cronaca: in sua assenza, due terroristi armati appartenenti ai NAR, si introducono nella sua abitazione utilizzando un diversivo e, dopo aver immobilizzato la moglie Gabriella Palazzoli e la governante, presenti in casa, portano via preziosi, denaro ed anche il disco d’oro del cantante.

Bongusto è stato anche un grande sportivo avendo praticato a buoni livelli prima il calcio e poi il tennis, che resta lo sport al quale fu più legato nella sua vita.

Si è spento l’8 Novembre scorso dopo una lunga malattia.

“Essere romantici è come leggere la vita

con un tipo di lente particolare,

io questa lente la uso sempre

anche quando non canto”

(Fred Bongusto)

 

 

Related posts

“NON SIAMO MICA GLI AMERICANI!” DAL 20 SETTEMBRE IN VERSIONE DA COLLEZIONE IL SECONDO ALBUM DI VASCO ROSSI

giubors

LIAM GALLAGHER: esce domani il suo nuovo album ‘WHY ME? WHY NOT.’

giubors

Anna Tatangelo – il nuovo singolo in radio dal titolo ” Perdona”

giubors

Leave a Comment