Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Titans

Di Valerio Sembianza

Titans è una serie televisiva statunitense ideata da Akiva Goldsman, Geoff Johns e Greg Berlanti e basata sul fumetto della DC Comics, Giovani Titani.
La prima stagione, composta da 11 episodi, è stata pubblicata sul servizio di streaming on demand DC Universe dal 12 ottobre 2018.
In Italia, la serie è stata pubblicata su Netflix dall’11 gennaio 2019.

Titans ha debuttato con un onere aggiuntivo non collegato alla maggior parte dei nuovi programmi televisivi. Come offerta principale del nuovo servizio di streaming DC Universe, lo spettacolo è inevitabilmente giudicato non solo per i suoi meriti, ma anche per quelli del luogo che è chiamato a rappresentare.
Se ciò non bastasse, c’è anche l’ulteriore peso delle aspettative come primo adattamento per Teen Titans, una serie che è cresciuta in modo esponenziale in questo secolo grazie al successo dei Teen Titans e Teen Titans Go animati.
Nessuno di questi oneri è particolarmente equo. Come abbiamo visto con Star Trek: Discovery, i programmi televisivi impiegano un po’di tempo per trovare il loro ritmo, anche se dovrebbero sostenere il peso di un intero servizio di streaming.
Lo show ha un approccio metodico ai suoi primi episodi, introducendo con attenzione i suoi quattro protagonisti in un modo che non sembra né affrettato né deliberatamente lento. 
Quando i Titani finalmente si uniranno a metà della stagione, lo spettatore avrà il senso della posta in gioco per ciascuno degli eroi.
La presenza di Bruce Wayne incombe pesantemente sui Titani nonostante la mancanza di un’apparizione da parte del crociato incappucciato. 
La storia di Robin è inevitabilmente intricata nel mondo di Batman e questo crea una rete complicata per navigare in uno spettacolo adiacente al cavaliere oscuro, un personaggio amato che la maggior parte dei fan gradirebbe sullo schermo se non fosse per il fatto che questo non è il suo show.
Titans fa un ottimo lavoro nel presentare la storia di Dick Grayson in un modo che non è volutamente lontano dal suo passato e allo stesso tempo non crea una situazione in cui lo spettatore desideri che Batman si presenti a ogni cambio scena.
Lo show è stato intelligente nel far diventare Robin la figura madre della squadra.
A differenza degli altri tre Titani, Dick Grayson non ha veri superpoteri, inizialmente si basa su una quantità eccessiva di violenza per vincere le sue battaglie che si attenuano negli episodi successivi.
Titans si gestisce con un tono di equilibrio migliore rispetto alle sue controparti cinematografiche DC . 
Visivamente, le cupe ambientazioni sembrano uscite da un film di Zack Snyder, ma lo spettacolo ha una spiccata capacità di svoltare verso l’umorismo, ben piazzato per alleggerire le situazioni quando necessario.
Per un terzo della sua prima stagione, Titans corre veloce correggendo in corsa il tono dei primi episodi.
La sensazione è che lo spettacolo impari rapidamente cosa funziona, abbandonando il combattimento ultra violento iniziale per scene di combattimento molto più sfumate.
Il cast funziona bene come un’unità, dando la sensazione che i personaggi si apprezzino a vicenda mentre si ritrovano in una famiglia improvvisata. 
Così come Robin, i Titans hanno molto da vivere e da dire ma lo spettacolo non si lascia mai piegare sotto il peso delle sue enormi attese.
Il primo spettacolo originale di DC Universe si rivela così una versione ben strutturata di un franchise già molto amato.

Leave a Comment

Your email address will not be published.